RICERCA HOTEL
Regione
Tipo soggiorno


Perugia IN ITALIA

Cosa vedere a Gubbio

Gubbio cosa vedere

Chi trascorre un weekend in Umbria non può certo mancare di visitare un’affascinante località, ricca di attrazioni di carattere storico come Gubbio, dove le cose da vedere non mancano di certo.
Nel centro storico di Gubbio si respira un’atmosfera medievale: passeggiando per le sue piccole stradine è possibile monumenti di grande interesse storico ed architettonico come il Palazzo dei Consoli, risalente al XIV secolo, la più significativa testimonianza del prestigio che aveva raggiunto Gubbio e Piazza della Signoria, il vero centro della vita della città

Perugia: i luoghi da vedere con i bambini

Inserito in Weekend Famiglia il 26-02-2013
vedere-perugia-bambini

Un fine settimana a Perugia è la soluzione ideale per chi volesse trascorre un weekend con tutta la famiglia. Infatti in questa antica quanto affascinante città dell’Umbria ci sono diverse attrazioni e cose da vedere con i bambini.

Come il Museo della scienza: anche conosciuto con il nome di “Post” (Perugia officina per la scienza e la tecnologia), si trova nei pressi di piazza Fortebraccio. Qui i bambini e i ragazzi potranno intraprendere un autentico viaggio attraverso la scienza, scoprendo e sperimentando fenomeni legati al suono, alla luce, alle bolle, all’energia e alle onde.

Le cose da vedere nella città di Gubbio

Inserito in Idee week end il 24-01-2013
Gubbio cosa vedere

Chi sta trascorrendo un weekend in provincia di Perugia ha la possibilità di visitare un’affascinante località, ricca di attrazioni di carattere storico. Stiamo parlando della cittadina di Gubbio. Dove le cose da vedere non mancano di certo.

La prima cosa da vedere a Gubbio è il suo centro storico: qui si respira ancora pienamente l’atmosfera medievale che la caratterizza. Passeggiando per queste piccole stradine è possibile trovare luoghi molto importanti per la città: il Palazzo dei consoli, risalente al XIV secolo, la più significativa testimonianza del prestigio che aveva raggiunto Gubbio; piazza della Signoria, il vero centro della vita della città.

La mostra dell’architetto Giuseppe Terragni al Ciac di Foligno

Inserito in Eventi, Arte e Cultura il 16-10-2012
giuseppe-terragni-architetto

Un weekend in provincia di Perugia dedicato a tutti gli appassionati di arte e architettura: al Ciac di Foligno, fino al 9 dicembre 2012, sarà visitabile la mostra Giuseppe Terragni. Il primo architetto del tempo. Dedicata, per l’appunto, ai lavori dell’architetto Giuseppe Terragni.

Giuseppe Terragni è considerato uno degli architetti più importanti e influenti della prima metà del Novecento: la sua opera ha gettato le basi dell’architettura moderna. Lasciando come testimonianza alcuni celebri edifici come l’asilo Sant’Elia, la casa per appartamenti Giuliani-Frigerio, il Danteum di Roma.

All’ingresso della mostra il visitatore è accolto da testi e immagini che raccontano l’Italia degli anni Venti. Nella seconda zona di questa sala sono proiettate sulle pareti le opere effettivamente realizzate dall’architetto, con al centro un luogo di osservazione formato da lastre trasparenti.

I luoghi da vedere della città di Perugia

Inserito in Idee week end il 01-10-2012
perugia-da-vedere

I luoghi da vedere a Perugia sono numerosi. Questa località infatti è una città antica e ricca di storia, che ha lasciato diverse testimonianze. Tutte da scoprire e da visitare durante un weekend a Perugia.

Come la Fontana maggiore, al centro di Piazza IV novembre: la fontana ha una forma circolare, le sue vasche sono una in pietra rossa e l’altra in pietra bianca, e l’acqua spunta da due ninfe che sormontano la conca di bronzo. Questo monumento è un po’ il simbolo dell’intera città.

Tra i luoghi da vedere a Perugia c’è poi la cattedrale di san Lorenzo: costruita in circa 150 anni di lavori (dal 1345 al 1490), la sua facciata laterale è decorata con rombi rosa e bianchi, mentre quella principale è caratterizzata da un portale tipicamente barocco. Tra le decorazioni al suo interno spiccano la vetrata policroma realizzata da Arrigo Fiammingo nel XVI secolo e la Deposizione di Federico Barocci.

Pagina 1 di 2 - Pagine disponibili: 1 2